Post image for BREVETTI +2 – INCENTIVI PER LA BREVETTAZIONE.

BREVETTI +2 – INCENTIVI PER LA BREVETTAZIONE.

di Andrea Valchera il 1 ottobre 2015

BREVETTI +2 – INCENTIVI PER LA BREVETTAZIONE

SOGGETTI BENEFICIARI:

Micro, piccole e medie imprese anche di nuova costituzione (costituite cioè nei 12 mesi antecedenti la data di presentazione della domanda di agevolazione) aventi sede legale ed operativa in Italia che si trovano in una delle seguenti condizioni:

  • siano titolari o licenziatarie di un brevetto rilasciato successivamente al 01/01/2013
  • siano titolari di una domanda di brevetto depositata successivamente al 01/01/2013
  • siano in possesso di un’opzione o di un accordo preliminare di acquisto o di acquisizione in licenza di un brevetto, rilasciato successivamente al 01/01/2013, con un soggetto, anche estero, che ne detiene la titolarità
  • siano imprese neo-costituite in forma di società di capitali a seguito di un’operazione di spinoff
  • universitari/accademici

TIPO DI INTERVENTO:

La misura ha lo scopo di incentivare le micro, piccole e medie imprese all’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione di un brevetto (rilasciato dopo il 01/01/2013, oppure dopo il 01/01/2012 per gli spin-off universitari/accademici) in termini di redditività, produttività e sviluppo di mercato.

ENTITA’ DELL’AIUTO E RISORSE DISPONIBILI:

L’intervento prevede la concessione di un’agevolazione in conto capitale nell’ambito del de minimis del valore massimo di € 140.000. L’entità dell’agevolazione non può essere superiore all’80% dei costi ammissibili. Il limite è elevato, invece, al 100% per le imprese costituite a seguito di operazione di spin-off universitari/accademici.

SPESE AMMISSIBILI:

Il contributo è finalizzato all’acquisto di servizi specialistici, funzionali alla valorizzazione economica del brevetto, sia all’interno del ciclo produttivo che sul mercato.

Il bando specifica dettagliatamente la tipologia di servizi per i quali si può richiedere l’agevolazione, suddividendoli per area di servizio e per sotto – servizi. Le aree di servizio individuate sono le seguenti:

  • industrializzazione e ingegnerizzazione
  • organizzazione e sviluppo
  • trasferimento tecnologico

Non sono ammesse le spese fatturate, anche parzialmente, in data pari o antecedente a quella di presentazione telematica della domanda di ammissione.

SCADENZA BANDO:

Le domande possono essere presentate a partire dal 6 ottobre 2015

Le imprese che hanno già presentato domanda per il primo bando (avviso pubblico del 3 agosto 2011) e per le quali Invitalia non ha ancora concluso il procedimento istruttorio, possono richiedere il passaggio al nuovo bando.

RISORSE DISPONIBILI:

La dotazione finanziaria complessiva della misura BREVETTI+ (di cui questo è il secondo bando pubblicato) è pari a 30,5 milioni di euro.

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
  • PDF

Articolo precedente:

Articolo successivo: