Bandi

BANDI ATTIVI

 

bando
 
 

ANCORA POSSIBILE PRESENTARE I PROGETTI ALLA REGIONE MARCHE PER IL BANDO FSC MARCHE PER LE ZONE DELL’ACCORDO DI PROGRAMMA.
Interventi per incremento e stabilizzazione dell’occupazione attraverso ricerca, creazione e sviluppo di nuove unità produttive e start up innovative.

BENEFICIARI:
Micro, piccole e medie imprese che svolgono attività ricadenti nelle sezioni B, C, F e alcuni servizi identificate dai codici ATECO 2007.
L’intervento sostiene i seguenti progetti imprenditoriali:

  1. progetti di investimento produttivo, finalizzati alla creazione di nuove unità produttive o all’ampliamento di unità produttive esistenti.
  2. progetti di sviluppo sperimentale, solo se riconducibile ad un progetto di investimento in un’ottica di sussidiarietà al processo di produzione.
  3. sostegno alle start up innovative: sostegno alle piccole imprese di nuova costituzione che nel periodo di durata del programma di investimento siano in grado di sviluppare, produrre e commercializzare prodotti o servizi innovativi.

Ciascun progetto d’impresa deve prevedere necessariamente, ai fini dell’ammissibilità a contributo, un incremento dell’occupazione secondo il rapporto indicativo di 1 unità / €150.000,00 di investimento.

ENTITA’ DELL’AIUTO:
contributo in conto capitale

  1. Progetti di investimento produttivo Minimo 8% Massimo 20% (Servizi di consulenza 50%)
    Spese ammissibili Minimo 150.000 Euro Massimo 2.000.000 Euro
  2. Progetti di sviluppo sperimentale Minimo 35% Massimo 60%
    La componente di sviluppo sperimentale non deve essere superiore al 25% del valore delle spese ammissibili del progetto imprenditoriale nel suo complesso
  3. Progetti relativi alla nascita e sviluppo di start up innovative Minimo 40% Massimo 50%
    Spese Ammissibili Minimo 150.000 Euro Massimo 450.000 Euro

SPESE AMMISSIBILI:
I progetti debbono essere avviati dopo la presentazione della domanda (Limitatamente ai progetti localizzati nei comuni di cui all’ADP Merloni, la data di inizio di ammissibilità della spesa può retroagire al 19/10/2012.

  1. Progetti di investimento produttivo (creazione di nuove unità produttive e ampliamento di unità produttive esistenti):
    • Investimenti in immobilizzazioni materiali sono ammissibili anche i beni usati
    • Investimenti in immobilizzazioni immateriali
    • Spese relative a progettazioni ingegneristiche inerenti le strutture dei fabbricati e degli impianti, sia generali che specifici, direzione dei lavori, oneri per le concessioni edilizie, collaudi di legge, e servizi di consulenza connessi ai progetti d’investimento (compresa la redazione del business plan), nella misura massima del 5% del totale delle spese per investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali.
  2. Progetti di sviluppo sperimentale:
    • Personale dipendente
    • Strumenti e attrezzature di nuovo acquisto
    • Servizi di consulenza e altri servizi equivalenti utilizzati per il progetto
    • Costi dei materiali direttamente imputabili alle attività di ricerca
  3. Sostegno alla nascita e sviluppo di start up innovative:
    • Costi per investimenti materiali e immateriali per l’avvio dell’iniziativa imprenditoriale innovativa
    • Costi necessari all’avvio e funzionamento della nuova impresa innovativa (nella misura massima del 30% delle spese sostenute per investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali):
    • Costi per servizi di consulenza prestati da terzi in relazione al piano di sviluppo aziendale dell’iniziativa innovativa (nella misura massima del 7%):
    • Costi per personale e collaboratori a progetto (nella misura massima del 30%)

RISORSE DISPONIBILI:

  • 7.888.069,00 riservato ai Comuni previsti dall’Accordo di Programma
  • 2.888.069,00 riservato ai Comuni del Piceno;

bando
 
NUOVA SABATINI
Incentivi alle PMI per nuovi investimenti nel processo produttivo
 

SOGGETTI BENEFICIARI:
PMI, operanti in tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, che realizzano investimenti.

TIPO DI INTERVENTO:
Incentivare le imprese che realizzano investimenti (anche mediante operazioni di leasing finanziario) in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché investimenti in hardware, software e tecnologie digitali.

ENTITA’ DELL’AIUTO:

  • Concessione di un contributo che copre parte degli interessi a carico delle imprese sui finanziamenti bancari, in relazione agli investimenti realizzati. Il contributo è pari all’ammontare degli interessi, calcolati su un piano di ammortamento convenzionale con rate semestrali, al tasso del 2,75% annuo per cinque anni;
  • Possibilità di beneficiare della garanzia del Fondo di Garanzia per le PMI (662) fino alla misura massima prevista dalla vigente normativa (80% dell’ammontare del finanziamento), sul finanziamento bancario, con priorità di accesso.

SPESE AMMISSIBILI:
Le spese ammissibili riguardano l’acquisto o l’acquisizione in leasing di macchinari, impianti, beni strumentali d'impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché di hardware, software e tecnologie digitali. Risultano escluse, le spese relative a “terreni e fabbricati” e “immobilizzazioni in corso e acconti”.
Gli investimenti devono essere ad uso produttivo, correlati all’attività svolta dall’impresa ed essere ubicati presso l’unità locale dell’impresa in cui è realizzato l’investimento. Gli investimenti devono essere avviati successivamente alla data della domanda di accesso al contributo. In fase di realizzazione, l'impresa ha facoltà di variare l’oggetto degli investimenti rispetto a quello preventivato nella domanda.

SCADENZA BANDO:
A partire dalle ore 9:00 del 31 marzo 2014 le imprese richiedenti potranno presentare le domande per la richiesta dei finanziamenti e dei contributi alle banche e agli intermediari finanziari aderenti alla convenzione tra Ministero dello sviluppo economico, Cassa Depositi e Prestiti e Associazione Bancaria Italiana


Bando
 
AVVISO PUBBLICO PER PROGETTI INTEGRATI DI SVILUPPO DELLE PMI IN FASE DI RICAMBIO GENERAZIONALE
 

SOGGETTI BENEFICIARI:
I beneficiari dell’Avviso sono micro, piccole e medie imprese industriali, artigiane e di servizi alla produzione, con sede legale e operativa nella Regione Marche, che all’atto della presentazione della domanda risultino avere l’imprenditore che cede l’impresa che ha compiuto 65 anni di età ed essere disponibili ad assumere per il periodo non inferiore a 12 mesi e non superiore a 24 mesi un Manager Temporaneo.

TIPO DI INTERVENTO:
Il Bando prevede la concessione di contributi e agevolazioni per progetti integrati di sviluppo delle PMI in fase di ricambio generazionale.
Sono finanziati piani di sviluppo finalizzati a garantire la continuità delle imprese in transizione generazionale attraverso operazioni di trasferimento della proprietà e della conduzione aziendale sia verso eredi/successori/dipendenti sia verso acquirenti esterni.
– Il manager temporaneo è una figura centrale nel “Progetto di ricambio generazionale” ed ha il compito di facilitare il processo di ricambio generazionale e di continuità dell’impresa e di assistere i processi di cambiamento;
– Il Manager Temporaneo è indicato dall’impresa al momento della presentazione della domanda e deve essere dalla stessa assunto a tempo determinato entro 30 giorni dalla data di comunicazione di accettazione degli esiti istruttori.

ENTITA’ DELL’AIUTO:

Azione Tipologia contributo Intensità aiuto Importo massimo
Progettazione sul piano di sviluppo compolessivo Contributo 2%
del costo del progetto
 
Assunzione Manager Temporaneo Contributo all'assunzione 40% € 20.000,00
Attività di formazione di eredi/successori Voucher 80%
del costo di ogni voucher
€ 1.320,00
(per voucher)
Servizi/consulenze specialistiche Contributo a fondo perduto 50% € 10.000,00
Investimenti materiali e immateriali Contributo in c/capitale 25% € 100.000,00
Sostegno all'operazione di trasferimento Contributo su oneri notarili 50% € 5.000,00

RISORSE DISPONIBILI:
Euro 1.059.593,50

SCADENZA BANDO:
E’ possibile presentare le domande dal 3 marzo 2014, a partire dalle ore 9:30.

 

BANDI SCADUTI

 

INTERVENTI FINANZIARI PER IL COMMERCIO ANNO2014
Bando per la concessione dei contributi alle piccole imprese commerciali in sede fissa del settore non alimentare

SCADENZA BANDO:
entro il 31 luglio 2014


 

L.R.20/2003 art.14 co.1 Lettera A e G Artigianato artistico tipico e tradizionale

SCADENZA BANDO:
Presentazione domande obbligatoriamente tramite PEC entro il 21 luglio 2014


 

INTERVENTI FINANZIARI PER IL COMMERCIO ANNO 2014
Progetti di riqualificazione e valorizzazione delle imprese commerciali nei comuni sopra e sotto i 5.000 abitanti

SCADENZA BANDO:
entro il  30 giugno 2014


 

L.R. 5/2003 AGEVOLAZIONI PER LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE ANNO 2014

SCADENZA BANDO:
Invio alla Regione Marche 18 aprile 2014


 

INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO art. 11, comma 1 lett. a) e comma 5 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i.

SCADENZA BANDO:
Compilazione e salvataggio online della domanda dal 21 gennaio al 8 aprile 2014